14.3. Internet Junkbuster

Abbiamo già analizzato il fatto che un proxy server come Squid possa ricorrere all'utilizzo di diversi programmi esterni (helpers).

Un ottimo sistema per proteggere la nostra privacy o la privacy aziendale è quello di affiancare a Squid un proxy server esterno che è stato disegnato per filtrare in modo intelligente e costruttivo i cookies ed i banners pubblicitari. Internet Junkbuster è un proxy server che può anche cooperare con Squid, le sue eccellenti potenzialità sono descritte molto dettagliatamente nella documentazione on-line presso la URLs http://www.junkbuster.com/.

Anche sulla scorta di quanto abbiamo già scritto dobbiamo anche dire che la degenerazione del business sulla rete internet è sopratutto identificabile nella pornografia, senza certo esprimere pareri in merito, purtroppo, sempre più spesso capita di doversi trovare di fronte a banner pubblicitari a sfondo pornografico che, molto spesso, vengono anche visualizzati se si accede a portali di carattere generalista.

Cerchiamo ora di analizzare alcune delle motivazioni che spingono gli amministratori di rete a bloccare i sistemi AD, AD è l'acronimo di Advertising:

14.3.1. Definizioni ed albero delle directory, file di configurazione

Junkbuster è un proxy server che consente di inibire la visualizzazione dei banners pubblicitari e dei cookies, permette di anonimizzazione gli accessi provenienti dalla nostra LAN/WAN, l'albero delle directory che portiamo come esempio è relativo ad un sistema FreeBSD 4.10-STABLE

Provvediamo ad eseguire una configurazione ottimizzata del software editando i file di configurazione del di Junkbuster, che vengono generalmente forniti con la distribuzuine senza garanzia alcuna e sono:

Nell'area /contrib è possibile trovare alcuni esempi

14.3.2. Verificare il funzionamento di Junkbuster

Per avviare Junkbuster sarà sufficente eseguire il comando

% /usr/local/etc/rc.d/junkbuster.sh start 
   

ora potremmo configurare il nostro browser web preferito. Di seguito immaginiamo una configurazine tipica di chi naviga sul web utilizzando Mozilla.

Avviare Mozilla, scegliere edit, preference, advanced e per finire utilizzare la sezione proxies procedendo alla configurazione manuale del proxy. Nei campi HTTP-Proxy e Securiry Proxy inserire il valore 127.0.0.1 porta 8000 (l'impostazione di default di Junkbuster è quella di rimanere in ascolto di eventuali richieste sulla porta 8000).

Per verificare la corretta installazione di Junkbuster utilizzare il browser web puntando al seguente indirizzo web http://indirizzo-IP-Junkbuster/show-proxy-args, se tutto è correttamente configurato potrete visualizzare le specifice di configurazione del prodotto.

Per utilizzare il proxy Junkbuster con le funzionalità di forwarding verso un'altro proxy come Squid va solo editato il file /usr/local/etc/junkbuster/forwardfile, è anche possibile registrare in un file di log tutte le operazioni compiute da Junkbuster.