7.2. Scegliere il Sistema Operativo

I più moderni sistemi a codice libero di classe UNIX® forniscono delle prestazioni piuttosto simili e tutti i Sistemi Operativi compatibili allo standard POSIX vengono supportati da Squid. I Sistemi Operativi che utilizzano il compilatore GNU C, le librerie gcc e i Sistemi Operativi genericamente compatibili con lo standard ANSI C, rappresentano la scelta migliore per utilizzare Squid.

Ci sono anche molte distribuzioni Linux che includono dei package precompilati secondo diversi standard. Fedora Core, Red Hat Linux (non più supportata), Mandrake Linux e SuSe Linux forniscono i loro pacchetti RPM, Debian GNU Linux include i pacchetti deb e per finire i classici pacchetti tgz vengono inclusi nella distribuzione Linux Slackware.

Un'ottima scelta può essere rappresentata da un Sistema Operativo *BSD, per quello che concerne l'esperienza di chi scrive, FreeBSD è senza dubbio una scelta di eccellenza perchè fornisce la giusta miscela di funzionalità e standardizzazione. Non dimentichiamo che, a livello di performance, FreeBSD si posiziona in testa al gruppo dei Sistemi Operativi che abbiamo sinora elencato. A livello di compatibilità con il codice sorgente, il Sistema Operativo che meglio si integra con Squid è GNU Linux. A tale riguardo si consiglia di installare con il Sistema Operativo anche tutti i tools necessari allo sviluppo del software, in questo modo potremmo avere la possibilità di mantenere una versione di Squid sempre aggiornata compilata sulla macchina in produzione. A tale riguardo, nel proseguio di questo capitolo, vedremo come preparare delle versioni personalizzate di Squid compilando ed installando direttamente il codice sorgente.

Parleremo anche dei Sistemi Operativi "proprietari" come Sun Solaris, Digital UNIX®, OS/2 (oramai non più supportato o quasi) ed i Sistemi Windows NT/2000/2003/XP per i quali esistono dei ports perfettamente in linea con le versioni per i sistemi a codice libero.